RDB Riunione 2015 – dicembre – i temi trattati

Quest’ultimo incontro mensile sarà l’ultimo del 2015 e si apre con la relazione della nostra Presidente, Lisa Mazzi, circa lo svolgimento del Convegno di Rete Donne e.V. tenutosi a Stoccarda, lo scorso 28 novembre. Il Convegno, dal titolo “Amori sconfinati, diritti acquisiti e diritti negati nei rapporti di coppia bi-nazionali“, ha visto la partecipazione di numerose socie provenienti da diverse località della Germania e referenti molto preparate: Enza, avvocata a Leonberg, ha parlato del mantenimento e degli alimenti nei casi di separazione e divorzio; Silvia, giornalista di Noi Donne a Roma, ha svolto il suo intervento parlando delle Coppie LBGT italiane o miste e sulla possibilità di riconoscimento e di crescita fuori i confini; Alessandra, giurista in Berlino, ha illustrato il ruolo del Curatore speciale del Minore (Verfarenbeinstand) nelle problematiche binazionali di affidamento e dei diritti di visita; Barbara ha allietato il Convegno con il racconto semiserio „Ho sposato uno straniero“ e infine Eleonora, vicepresidente di ReteDonne e moderatrice insieme a Lisa Mazzi, ha parlato delle nostre storie con il suo intervento „La distanza: un ponte“.
 Maggiori dettagli degli interventi sono comunque disponibili nel programma del convegno.

Nel corso della serata Amelia Massetti, ideatrice con il sostegno di Rete Donne, del Progetto Artemisia (https://artemisiaprojekt.wordpress.com/) ci racconta del successo della presentazione del suo lavoro presso ANE (Arbeitskreise Newe Erzieung e V. Italienisce Eltern) il 7 dicembre e successivamente in Ambasciata. Il progetto di Amelia, nato dall’esperienza personale in qualità di unico genitore di Lia, ragazza Down 26enne, è rivolto alle famiglie italiane con figli o parenti diversamente abili che si trovano ad affrontare in Germania le problematiche sottese alla condizione di straniero e bisognoso di particolari attenzioni. Amelia è fiduciosa che grazie alla pagina Facebook aperta per il Progetto Artemisia  (https://www.facebook.com/ProgettoArtemisiaBerlino/?fref=ts) e soprattutto grazie al Blog curato da Petra Fantozzi (https://artemisiaprojekt.wordpress.com/), ci siano le premesse per un progetto a lungo termine.

Infine segnaliamo che la mostra di RDB sarà prolungata sino al 9 gennaio 2017. „ Erfüllbare Träume. Italienerinnen in Berlin“ è ospitata, da giugno dello scorso anno, al   Museum Europäischer Kulturen (nel quartiere berlinese di Dahlem).  È per noi la conferma della validità del progetto e del lavoro di squadra del Gruppo Museo di RDB, che evidentemente ha saputo presentare il proprio punto di vista ad un’utenza italo-tedesca ma anche europea. Complimenti alle organizzatrici, alle curatrici e alle creative!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s